Settembre 19, 2019

La sostenibilità per noi

Oggi temi quali il biologico, la sostenibilità e l’economia circolare sono entrati nel dialogo quotidiano, e spesso vengono utilizzati come indicatori di una buona attenzione nei confronti dell’ambiente e delle sue risorse.

Certamente non è sufficiente parlare di questi argomenti per poterne sostenere l’importanza: per noi è facile sentirci in qualche modo affini a queste sensibilità, perché proprio come ha ricordato Giuseppe Gambi nel filmato che troverai alla fine di questo articolo, questi aspetti erano nel nostro DNA da più di 100 anni, quando siamo nati come casse rurali, e lo sono ancora di più oggi, in cui il mercato ha tradotto questi valori in temi di impresa.

L’11 marzo scorso la Commissione Europea sull’Agricoltura Biologica ha decretato che il biologico è un mercato in forte espansione: tra il 2009 e il 2017 si è raggiunto il 70% di superfici coltivate con metodo bio in Europa e a 34,3 miliardi di vendite al dettaglio.
E in questa crescita l’Italia gioca un ruolo fondamentale perché è fra i primi Paesi, insieme alla Spagna, per estensione di superficie coltivata con metodi di produzione biologica.
L’interesse del Credito Cooperativo verso il settore biologico e biodinamico riflette la vocazione storica delle BCC quali “banche del territorio”, per questo hanno dato vita ad un percorso dedicato allo sviluppo del settore biologico e green locale, che coinvolge gli stakeholder e le associazioni rappresentative del settore, offrendo loro sostegno ed opportunità di crescita.

Da sempre vicini all’agricoltura

Insieme al Gruppo Bancario Iccrea, che mette insieme tutte le BCC sul territorio nazionale, sviluppiamo l’eccellenza del made in Italy e sosteniamo il business delle realtà che hanno fatto grande il nostro paese

La consulenza infatti riguarda non solo prodotti e servizi finanziari per il sostegno delle attività, ma anche e soprattutto la nostra capacità di supportare le piccole imprese nell’accesso alle agevolazioni e alle altre forma di garanzia per tutte le attività agricole in generale, e ancora per la selvicoltura, la produzione di prodotti derivati (olio, vino, latte, formaggi e farina).


Città dell’Olio

Sostenibilità e Circolarità dell’economia del territori saranno gli argomenti guida di un evento importante che si terrà a Siena dal 29 Novembre al 1 Dicembre presso il Complesso Museale di Santa Maria della Scala.
L’evento, promosso dall’Associazione Nazionale Città dell’Olio e che vede il Gruppo Bancario e dunque tutte le BCC come main sponsor, ha come principale obiettivo quello di promuovere un dibattito e quindi una progettualità sul futuro del comparto olivicolo.

In particolare ci saranno diverse tavole rotonde sui temi del Turismo dell’Olio e del Cibo, del Paesaggio Rurale Olivicolo, Identità e Territorio, Cultura e Stile di Vita, Produzione, Marketing ed Economia; Formazione ed Educazione, con l’obiettivo di trasformare visioni, strategie e proposte in opportunità concrete per tutta la filiera.

L’evento di Siena sarà importante non solo per gli addetti al settore, ma per tutti coloro che, a vario titolo, partecipano alla vita dei prodotti prima e dopo la loro commercializzazione. In futuro dovremo essere sempre più capaci di interpretare le esigenze del mercato facendo tesoro delle esperienze della rete di BCC su tutto il territorio nazionale.

Fabio Pecorari, Direttore Generale della BCC di Anghiari e Stia

I risultati del lavoro svolto durante le sessioni serviranno a costruire l’Agenda 2030 delle Città dell’Olio, uno strumento concreto per stimolare gli amministratori delle 329 Città dell’Olio nel costruire percorsi e fare scelte coraggiose, improntate alla valorizzazione dell’olio extravergine.

Scopri il programma dell’evento per individuare a quale sessione partecipare. Visita il sito dell’evento

In occasione della conferenza stampa dell’evento della Città dell’Olio, presso il Ministero delle politiche agricole e in presenza del Ministro Teresa Bellanova, è stato presentato questo filmato che racchiude la nostra anima cooperativa rispetto al mondo dell’Agricoltura in toto.

Giuseppe Gambi, delegato BCC alla sostenibilità, dà voce a valori e capacità di cui da sempre siamo interpeti, in quanto portavoce e ambasciatori del bene comune dei nostri territori.

Condividi:

Categories: Iniziative