Ottobre 28, 2019

L’Intrepida: un fenomeno cooperativo

Quasi mai sul nostro sito commentiamo avvenimenti, perché lasciamo questo spazio alle iniziative che verranno e perché piuttosto che fare celebrazioni ci piace stimolare le iniziative.

Ma per l’ottava edizione de L’intrepida vogliamo fare un’eccezione: e non per gli oltre 1000 partecipanti alla pedalata cicloturistica “storica” e per i tanti ciclisti celebri che vi hanno preso parte (i campioni del mondo Moreno Argentin, Maurizio Fondriest, Francesco Moser e Tatiana Guderzo, il vincitore del Giro d’Italia Gianni Motta, fuoriclasse del calibro di Gianbattista Baronchelli, Rinaldo Nocentini, Roberto Conti e Marcello Mugnaini, la ciclista trevigiana Mara Mosole e nei giorni precedenti la pedalata hanno partecipato alle manifestazioni collaterali anche l’olimpionico Pascal Richard, il campione aretino Daniele Bennati oltre a Paolo Fornaciari) piuttosto perché la manifestazione magistralmente organizzata dalla Gs Fratres Dynamis Bike rappresenta un esempio di collaborazione e cooperazione tra tantissime associazioni del territorio che si mettono a disposizione, ognuna per le proprie peculiarità e caratteristiche, de L’intrepida per donare ai partecipanti accoglienza, servizi di ristoro, controllo dei percorsi, assistenza sanitaria e tanti sorrisi.

Questo è lo spirito che ci piace, vedere tante persone provenienti da associazioni diverse che cooperano per la buona riuscita di un evento organizzato con lo spirito di far divertire i partecipanti e di far conoscere un territorio che si rivela, ogni anno di più, perfettamente idoneo ad ospitare questa manifestazione.
E siamo orgogliosi nel ricordare che tutte le associazioni che partecipano a questa bella esperienza sono sostenute dalla nostra Banca e che tutte hanno perfettamente centrato lo spirito dell’etica cooperativa.

Terminiamo queste brevi note (altre e più dettagliate informazioni le trovate nel sito della manifestazione www.lintrepida.it) con un ringraziamento a tutti quelli che hanno contribuito con il loro impegno volontario alla buona riuscita di questa ottava edizione ma in particolare al gruppo dei giovani soci della Banca che si sono meritati un ringraziamento particolare dal partecipante “più esperto” al quale hanno voluto conferire una targa per la partecipazione.

“Per un attempato ciclista di 84 anni il Vostro bellissimo riconoscimento ha significato una pagina indimenticabile ed ha suscitato una incredibile commozione.
Vi sono grato per avermi fatto sentire per un giorno ancora giovane”.
Franco Brizzi

Condividi: